Palette rosa quarzo

giovedì 19 ottobre 2017


Una tinta polverosa e femminile in cui vien voglia di rifugiarsi come in un bozzolo. Chiamiamolo effetto cocoon.

Se solo potessi farvi sentire con le dita la finitura di questo tessuto naturale dal tatto morbidissimo. Non è meravigliosa questa moodboard realizzata col Linara rosa quarzo di Romo, punto di partenza per la realizzazione di questo letto imbottito con testata sfrangiata a taglio vivo?

Sapete, per chi fa il nostro lavoro, ogni progetto d'arredo comincia e finisce più o meno così. Creare una tavola delle ispirazioni è vitale. Si parte sempre dall'idea di qualcosa e dal di lì si sviluppa via via uno schizzo. Lo facciamo sempre: prima di decorare una stanza, per immaginare una parete e accostare magari una testata da letto o un divano, creare tende e cuscini d'arredo in combinazione, abbinare un tappeto e un lampadario.

#magiapura

In questi ultimi anni abbiamo avuto l’occasione di poterlo fare, oltre che per i nostri clienti, anche per alcune aziende di arredamento e biancheria che ci hanno chiesto consulenza per lo sviluppo e il lancio di alcune collezioni, partendo anche dallo studio delle tendenze contemporanee e dalla previsione dei colori degli anni successivi.

Quando si crea una tavola delle ispirazioni con lo scopo di orientare un’azienda alla creazione di una linea, la posta in gioco è alta. Leggere il futuro non è semplice, credo sia più una questione di #visione. La capacità di immaginare e vedere “quel che potrà essere”, non è una questione di calcolo statistico o di probabilità, ma di sensibilità… una sorta di sesto senso direi.

Ogni volta – a prescindere dallo scopo per cui è stata creata – è una gioia per gli occhi. Dar vita a una tavolozza è un percorso in divenire che ti permette di nuotare via via fra i tuoi pensieri, creare associazioni di idee inaspettate, giocare con la #fantasia alla ricerca della composizione perfetta per esprimere un concetto o presentare un lavoro. Ma non sempre ciò che è armonioso per te, lo è anche per gli altri. Ed è lì il bello, pronti a risistemarla fino a trovare il giusto equilibrio.

Presentato in una straordinaria nuova gamma di 360 colori, questo misto lino-cotone lavabile firmato Romo Fabrics, offre un’impareggiabile palette di gradazioni ispirazioni


------------------------------------------------------------------------------------------------
Se volete scoprire la collezione di tessuti di Romodi cui siamo orgogliosi rivenditori, veniteci a trovare in negozio a Forlì! 


Arredamenti Succi 
Via Giorgio Regnoli, 4
47121 Forlì (FC)
Tel. 0543 32272
succi.arredamenti@gmail.com
Foto di Romo Fabrics.

Invecchiato ad arte

lunedì 16 ottobre 2017


Elegante scrittoio "Grand siècle" con cassetto e ribaltina. Finitura decapé color grigio chiaro. Maniglie anticate in metallo cesellato. Misure: H100xP35xL90 cm. Sullo sfondo, bellissimo pannello murale dipinto a mano. 


Questa decorazione artistica è realizzata artigianalmente su carta con supporto di garza di cotone. Si fa notare, oltre che per l'originalità, per essere priva di cornice: è disponibile sia da appendere che in appoggio su supporto ligneo. 

I pannelli e ai teli decorativi dipinti - da proporre insieme o anche in alternativa come decorazione d’interni alle pareti invecchiate ad arte che simulano un muro consunto esposto per anni all'azione degli agenti atmosferici - offrono un’ottima soluzione d’arredo sia per l’impatto scenografico ‘disinvolto’ che per versatilità e riduzione dei costi. 

Come supporto per i pannelli dipinti vengono utilizzate tele ottenute unendo cartoncino, carta velina e garze di leggerissimo cotone. Forse una delle caratteristiche più interessanti di questi pannelli è che non sono incorniciati. È molto più interessante appenderli liberi, come semplici teli, alla parete. Possono avere una fantasia oppure un'altra, essere più o meno invecchiati, o avere dimensioni grandi o piccole a seconda delle esigenze e quindi sono personalizzabili su richiesta del cliente.




--------------------------------------------------------------------------------------------
Se volete scoprire queste meravigliose tecniche di decorazione veniteci a trovare in negozio a Forlì.

Arredamenti Succi 
Via Giorgio Regnoli, 4
47121 Forlì (FC)
Tel. 0543 32272
succi.arredamenti@gmail.com
Foto di Infraordinario Studio.

Leggera come una nuvola

mercoledì 11 ottobre 2017





Voglia insostenibile di leggerezza. Che per spiegarla, la leggerezza, non servono le parole. Basta guardare una nuvola... 

Si chiama proprio così una delle lampade a sospensione più originali di Borgo delle Tovaglie. Amore a prima vista per tutti quelli che, col naso all'insù, hanno la fortuna di scoprirla. É già la sesta Nuvola che passa sul cielo del nostro soffitto. 

Da tempo per illuminare i nostri giorni e le vostre case, abbiamo scelto l’inconfondibile, quel tocco di stile all’italiana, che non c’è niente da fare, ce l’abbiamo nei geni. 

Come in questa Nuvola, che ci prende in giro facendo le capriole. E ogni volta sarà unica e irripetibile. Come l’impalpabile volo di una farfalla. 

Deciderete voi con quali colori dell’arcobaleno creare giochi di luce e trasparenze, grazie ai suoi paralumi fatti a mano in leggerissima garza di lino puro, lasciati a taglio vivo in una voluta e sorprendente incompiutezza. Perché lo sappiamo no che la bellezza esiste solo nell’imperfezione? 

Sarà per questo che lo amo così tanto e che solo a guardarla mi sento più leggera.


--------------------------------------------------------------------------------------------
Se volete scoprire la collezione di lampade e lampadari di Borgo delle Tovagliedi cui siamo orgogliosi rivenditori, veniteci a trovare in negozio a Forlì! 

Arredamenti Succi 
Via Giorgio Regnoli, 4
47121 Forlì (FC)
Tel. 0543 32272
succi.arredamenti@gmail.com
Foto di Borgo delle Tovaglie.

Rustico moderno e vintage elegante

mercoledì 27 settembre 2017
















È in spazi così che troviamo la pace, lontano dal caos della vita moderna. 


Credo che non ci sia niente di più rappresentativo di questa foto per descrivere il cuore della nostra attività, che sulle spalle si porta un secolo di storia.

Noi che da anni abbiamo scelto l'eleganza semplice dei tessuti naturali e degli oggetti di recupero per raccontare il nostro amore per il gusto rustico, le patine consunte, le palette neutre e quel senso di bellezza imperfetta che ne deriva, capace di creare ogni volta un'atmosfera senza tempo.


Guardate la caduta fluida e ricca di questo puro lino alla finestra e l'incantevole semplicità del semi-velo in puro lino a maglia aperta sottostante... Non sono bellissimi?


[Parentesi] Anche voi gli scampoli li custodite dentro agli armadi sistemandoli con cura per tipo e colore? Con le rimanenze, soprattutto quando si tratta di piccoli tagli, a noi piace creare dei "petits rien", dei "piccoli niente"... li chiamiamo così.

E voi che ci fate con i rimasugli delle stoffe? Raccontatemi un po'...

Quelli che vedete qui in tutta la loro bellezza imperfetta sono degli scampoli Damaris di Romo, collezione che io personalmente adoro per i suoi toni polverosi.

Ispirata alla filosofía dello “slow living”, la Damaris é una collezione di tende elegante e discreta, preziosa nella qualità dei filati e nelle texture. I veli - morbidi, delicati e femminili -si accompagnano ad un jaquard di lino dall’elegante motivo paisley e a un unito in puro lino dalla magnifica pesantezza e caduta fluida. I veli, tutti lavabili e in grande altezza, sono presentati in colori chiari, leggeri e country chic – come il lilla, il rosa cipria, e il grigio chiaro.


-------------------------------------------------------------------------------------------------- 
Se volete vedere e toccare con mano questa collezione di Romodi cui siamo orgogliosi rivenditori, veniteci a trovare in negozio a Forlì! 

Arredamenti Succi
Via Giorgio Regnoli, 4
47121 Forlì (FC)
Tel. 0543 32272
succi.arredamenti@gmail.com.
Foto e tessuti di Romo.


Una collezione da "Mille e una notte"

giovedì 29 giugno 2017









Buondì. Molti ci conoscono da quando abbiamo cominciato a raccontarvi chi siamo, cosa facciamo, cosa ci piace, cosa combiniamo nel tempo libero e quelli che si sono presi la briga di venirci a trovare di persona - anche da molto lontano - che da clienti in alcuni casi si sono trasformati in amici, sanno che la ricerca e la curiosità, oltre che la passione per il nostro lavoro, ci hanno sempre accompagnato nel nostro cammino. E lo saranno ancora per molto, spero.

Per alcuni di voi - come noi del resto  - che per tanti anni si sono innamorati dei toni polverosi e rassicuranti del rustico elegante o del "country chic", una collezione come quella che stiamo presentando nel nostro dehors in occasione dei "Mercoledì del Cuore", potrà sembrare un po' azzardata, ma c'è un perché.

Uno, ci strapiace ed è la conditio sine qua non di ogni cosa in cui ci tuffiamo. E poi , crediamo che non ci sia nulla, al momento, di più azzeccato e convincente - e non solo alla luce delle tendenze contemporanee - da accompagnare e con cui interpretare il tema scelto dai commercianti di Via Giorgio Regnoli per quest'anno: la narrazione fantastica. 

Per l'occasione la via si è così trasformata in "Una strada... tante favole": ognuno di noi ha portato il suo 'racconto', appunto, immerso nella magiche atmosfere estive ricreate anche grazie alle luci soffuse e alle lanterne boho di Blanc Mariclò, e dagli eventi festosi, le sane chiacchiere, il buon cibo e i concerti organizzati in centro. 

E così è stato e lo sarà ancora amici, tempo permettendo. 

Un viaggio tra Oriente e Occidente, alla scoperta dell'unicità e dello stile, quello in cui abbiamo deciso di accompagnarvi nelle serate dei mercoledì di Forlì nel Cuore. A farvi sognare, i cuscini ikat artigianali in velluto e seta di Les Ottomans, uno spettacolo da "Mille e una notte" che vi abbiamo raccontato anche su La casa in ordine, il magazine per vivere la casa con stile.

Passate a trovarci. E se abitate lontano, fateci sapere cosa ne pensate di questo cambio di rotta. Crediamo profondamente che per chi fa questo mestiere, come per un marinaio, navigare sia davvero indispensabile o, per dirla come va detta che... Navigare necesse est.

---------------------------------------------------------------------------------------------------
Foto di Bertrando Di Renzo (nella foto) designer di Les Ottomans.

La bellezza salverà il mondo

mercoledì 7 giugno 2017




 




















La bellezza salverà il mondo

Ad insegnarcelo, sono i ragazzi di Slow Flowers. Per chi vuole sapere come, ma anche per chi non c’era, ho raccontato la loro storia e quella di un rudere abbandonato in mezzo al Chianti - che hanno trasformato nella più bella casa in fiore che io abbia mai visto - sulle pagine de La casa in ordine dove ogni tanto ho la fortuna di poter scrivere. Per questo magazine e non solo, ma prima di tutto per me, scovo gli eventi più indipendenti che vengono organizzati su suolo italico.

Che piacere ritrovarvi qui amici, dove tutto è cominciato e dove ogni tanto faccio ritorno. Sembra ieri, eppure sono passati già 10 anni. Era il 2007. Quante cose sono successe nel frattempo. 

Ogni giorno mi alzo, potete credermi o no, e mi sento profondamente grata per il lavoro che faccio. Per certi versi, nell'approccio alla vita, ho ancora l'entusiasmo dei bambini. Con le sue diverse sfaccettature (che un giorno forse riuscirò a raccontarvi) - proprio come succede a un prisma che, colpito dalla luce, la separa in tutte le sue componenti cromatiche - il mio lavoro mi permette di vedere, in ogni persona che ho la fortuna di incontrare sulla mia strada, il colore che si porta dentro. 

Quello di Lelia Scarfiotti è blu. Prendete queste foto. Sono tutte sue: a volarci dentro come un aquilone, hanno il profumo puro della poesia. Non mi viene in mente altro per definirle. Sempre che ce ne sia bisogno. Come quella grazia interiore in via d'estinzione fra il genere umano, che Lelia forse non sa d'avere e di cui tutti molto probabilmente le parlano da sempre. C'ha la grazia dentro. Lo senti dalla voce e ne hai conferma quando t'imbatti nei suoi lavori. Come il polline dei fiori che ama ritrarre, a portare la grazia dappertutto ci pensano le sue foto, che la diffondono in giro per il mondo proprio come fanno le api quando volano silenziose di corolla in corolla e ci fanno sognare di essere più leggeri.

Piano piano, ci stiamo allontanando dal paradiso. Ed è bellissimo riuscire a sognare di diventare, anche solamente per qualche attimo, un’ape no?

La ragazza delle foto si chiama Jenny ed è una sua amica. Altro non so. Posso solo immaginare che sia qui, come un Virgilio dei nostri giorni, per traghettarci nella selva oscura e fra le stanze fiorite di questo rudere abbandonato dal barone e da Dio in mezzo alle viti e agli ulivi, nel cuore del Chianti. Siamo a Podernovi, un paesino passato alla storia del cinema. Qui, infatti, Bernardo Bertolucci decise di girare il suo indimenticabile "Io ballo da sola". E se l'ha fatto qui e non da un'altra parte, un motivo ci sarà. Per capirlo, forse, basta guardare il videoracconto di Slow Flowers che ha girato Matteo Castelluccia.

Ci ho messo ore a scegliere le foto che Lelia mi ha mandato, non solo perché erano tantissime, ma perché sono davvero una più bella dell'altra e volevo che fossero quelle giuste. 

PS. Per chi di voi si chiede se per caso ho lasciato questo posto - ogni volta che torno qualcuno di voi se n'è andato 😔  - dico che I love country chic non morirà mai, nemmeno il giorno in cui dovrò passare a miglior vita. Mi sono solo trasferita. Venite a trovarmi su Instagram

Non posso proprio separarmi da questo blog, gli devo troppo. E poi su IG mica posso postare tutte le foto che voglio. Per raccontare una storia lì tocca sceglierne una sola alla volta. E io non ne sono capace. Mi manca il dono della sintesi da quando sono piccola. Spesso una sola foto non può rendere giustizia a una storia. Come in questo caso. Che una storia così è troppo bella per essere raccontata con un solo scatto. 

Torno presto, promesso.

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Crediti:
Foto di Lelia Scarfiotti (IG @lscarfiotti - FB @LeliaScarfiottiPhotographer
Slow Flowers Italy (IG @slowflowersitaly - FB @slowflowersitaly
Video di Matteo Castelluccia
Il mio racconto su Slow Flower Italy lo potete leggere su La Casa in Ordine